La nostra attività

La Cooperativa Colline del Matese, costituita nel 2000 da 20 soci fondatori, riunisce piccoli produttori che da generazioni si dedicano alla tradizionale coltivazione dell'olivo e alla produzione di olio extra­vergine di alta qualità.
La Cooperativa sorge nell'area pedemontana sud-occidentale del Matese, storicamente e tradizionalmente legata alla pastorizia e alla lavorazione dei suoi prodotti.

Le coltivazioni olivicole si sviluppano in una fascia di media collina: l’area di distribuzione della coltura, dal punto di vista altimetrico, è compresa in un dislivello massimo di 360 metri, dai 470 metri s.l.m. di Castello del Matese fino ai 110 metri s.l.m. di Alife. I comuni interessati:

  • Gioia Sannitica,
  • San Potito Sannitico,
  • Piedimonte Matese,
  • Alife,
  • Sant'Angelo d'Alife,
  • Raviscanina
  • Ailano
  • Valle Agricola
  • Pratella
  • Prata Sannitica
  • Fontegreca
  • Ciorlano
  • Capriati a Volturno

sono comuni beneficiari di un particolare micro­clima favorevole alla coltivazione dell'olivo.
La pratica di questa cultura ha radici secolari grazie alla già citata peculiarità che la zona possiede per quanto riguarda la natura del terreno (prevalentemente calcareo e non soggetto ai ristagni idrici), l’altitudine ed il clima dalle caratteristiche mediterranee.
Cultivar come la tonda (originaria di questo territorio, anche impropriamente chiamata Ritonda, Rotondella, Tondella), l' olivastro ed altre specie ogni anno producono centinaia di quintali di olive, che, raccolte a mano nel momento dell’invaiatura, vengono trasformate in olio extra-vergine di primissima qualità portate in frantoio entro le 24/48 e sottoposte a premitura meccanica a ciclo continuo.

Finalità

La Cooperativa Colline del Matese è impegnata nell'ottenimento di un prodotto con caratteristiche qualitative elevate, con un'attenzione particolare alla coltivazione biologica e naturale.
Lo scopo della Cooperativa, oltre quello di accomunare le esperienze, le risorse e le capacità produttive dei soci, è volto alla valorizzazione dell’olivicoltura campana e, in particolare, quella matesina.
In provincia di Caserta, l’olivicoltura occupa una superficie di circa 8.280 ha, che costituisce circa il 13 % del totale regionale; nell’ambito della stessa provincia questa coltivazione è concentrata nella zona situata a nord del capoluogo, dove sussistono le particolari caratteristiche pedo-climatiche che la coltivazione dell’olivo esige.

 


Copyright Soc. Coop. A.R.L. Colline del Matese, 2006 - pi 02638710612
Privacy Policy - Valid XHTML1.1 & CSS.